Termoli, insegue le vicine di casa e danneggia l’auto in cui si erano rifugiate

Discute in continuazione con due vicine di casa fino a inseguirle ed a danneggiare l’auto dentro la quale si erano rifugiate. Per C.N. 59 anni di Termoli, sono scattati gli arresti domiciliari per atti persecutori. Le discussioni condominiali si sono trasformate in aggressioni contro le due dimoranti nello stesso palazzo. Il cinquantanovenne, gia’ in passato era stato destinatario del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle persone offese. Nonostante il provvedimento, nelle scorse settimane, per ben due occasioni, aveva cercato di avvicinarsi ed aggredire nuovamente le vicine, tanto da rendere necessario l’intervento del Commissariato. L’uomo, infatti, ha inseguito le vittime costringendole a trovare rifugio all’interno della propria autovettura, poi presa a calci danneggiandola vistosamente. In seguito alla denuncia sporta da una delle due donne ed ai vari interventi effettuati sul posto dagli agenti di Termoli, il Gip del Tribunale di Larino (Campobasso) ha disposto l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti del condomino molesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *