Toma: “Al Molise serve unità”. E poi l’ammonimento per le elezioni provinciali di Campobasso e Isernia

“Il Molise ha bisogno di unita’”. Lo scrive il presidente della Regione Donato Toma rivolgendo un appello anche a chi in Parlamento “rappresenta i nostri territori, per rafforzare le nostre posizioni e risolvere tavoli di crisi e problematiche a cui la nostra amministrazione regionale sta lavorando”. Il governatore considera strategica l’interlocuzione con deputati e senatori molisani per affrontare e risolvere le questioni relative a emergenze lavorative, riprogrammazione dei fondi comunitari e accordo di partenariato. “Possiamo sviluppare anche un’accesa dialettica politica – aggiunge – ma fuori regione si va assieme, governatore e delegazione parlamentare, senza corse in avanti per screditare chi sta arrivando con l’unico fine di difendere o reclamare i diritti dei molisani. Non e’ una guerra fra chi ha vinto in Molise e chi (forse) ha vinto negli enti sovraordinati. Da questo punto di vista la mia porta sara’ sempre aperta e la mia disponibilita’ sempre totale”. Da Toma anche un appello all’unita’ rivolto ai partiti della coalizione dei centrodestra in vista delle elezioni provinciali di Isernia e Campobasso. “A Isernia – dichiara – sarebbe stato piu’ opportuno avere un solo candidato e non scatenare un braccio di ferro nell’ambito del centrodestra, se non altro per dare un’immagine granitica della coalizione agli osservatori politici. Alle provinciali di Campobasso e’ vitale andare coesi e non perdere un solo voto, considerato che il Pd ha proposto una candidatura a presidente della Provincia sulla carta molto debole politicamente, ma che tale potrebbe non essere considerato il fumus di inciucio con i grillini”. Infine, una considerazione: “Le verifiche politiche non si fanno sui social, non si annunciano dal balcone mentre si ‘stendono i panni’, ma si fanno nelle riunioni di coalizione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *