Il Consiglio regionale del Molise approva la nuova legge per l’editoria

Il Consiglio regionale del Molise ha approvato all’unanimita’ dei presenti – al momento del voto i consiglieri del M5s hanno abbandonato l’Aula – la proposta di legge di iniziativa della Giunta regionale ‘Modifiche alla legge regionale 11/2015 – Disciplina del sostegno dell’editoria locale’. Nella relazione la consigliera di maggioranza Paola Matteo (Orgoglio Molise), ha evidenziato che nel testo posto all’approvazione dell’Assemblea e’ prevista l’abrogazione del divieto di accesso ai contributi regionali in presenza di altri contributi ‘al fine di garantire la sostenibilita’ dei livelli occupazionali alle societa’ editrici locali e con la volonta’ di stabilire date certe e uguali per tutti i beneficiari per la determinazione della decorrenza del termine per il mantenimento dei requisiti occupazionali’. In particolare viene prevista l’abolizione del divieto di accesso al contributo da parte delle societa’ editrici che hanno gia’ usufruito di altri contributi pubblici. “Tale previsione – e’ stato spiegato – e’ dettata dal mutato quadro normativo sui contributi all’editoria che tende, a livello nazionale, a ridurre, fino addirittura ad azzerare, il contributo pubblico alle emittenti e alla stampa locale. Le modifiche della legge regionale 11/2015 prevedono, in entrambi i casi, la fissazione di una data certa rispetto alla quale disporre l’obbligo del mantenimento dei requisiti da parte dei soggetti beneficiari del contributo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *