Giornata in Molise per Conte: firma il Cis

Giornata in Molise per il premier Giuseppe Conte che, alle 14:30 circa, e’ atteso alla Prefettura di Campobasso per la firma conclusiva del Contratto Istituzionale di Sviluppo per la Regione, parte della strategia del governo per la ripresa delle infrastrutture e del tessuto economico locale. Gia’ in mattinata Conte sara’ tuttavia in Molise: prima tappa l’Auditorium Unita’ d’Italia di Isernia, dove il capo del governo alle 11:30 incontrera’ 650 studenti degli istituti superiori della Provincia. Nel comune pentro – nome che viene dall’antica civilta’ sannitica che abitava l’area – Conte si fermera’ inoltre a pranzo presso la Cooperativa Lai. Poi, si rechera’ a Campobasso. Per il premier, al momento, non si prevede un rientro a Roma in serata: Conte dovrebbe volare direttamente in Lombardia dove domani mattina e’ atteso a Cernobbio. Nessun vertice di maggioranza sulla manovra, quindi, e’ previsto per stasera a Palazzo Chigi.

“Iniziative come il Cis sono la spinta per trovare la via maestra per il riscatto. Per il Molise e per l’Italia. Il rilancio del territorio, lo sviluppo sostenibile e occupazionale sono gli obiettivi che hanno guidato il governo nella definizione dei Contratti istituzionali di sviluppo. Fin dall’inizio . In un percorso intrapreso insieme alle istituzioni e a tutti gli attori locali coinvolgendo tutti i Comuni, senza distinzione di colori politici e con il prezioso supporto di Invitalia, soggetto attuatore del Cis”, ha detto Conteche nel pomeriggio firmerà i 66 progetti finanziati con il Cis per 220 milioni di euro per ala promozione di tratture, autostrade verdi, un trenino su rotaia tra il centro storico di Campobasso e il Castello Manforte, il piano regolatore portuale di Termoli e il completamento dell’auditorio di Isernia.

Conte assicura che il governo sarà “vigile affinchè il cronoprogramma degli interventi sia sempre rispettato, in futuro, anche alla luce dei fondi che avremo a disposizione potremo ragionare di ampliare il Cis Molise ad altri progetti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *